APT Basilicata

APT Basilicata

Basilicata turistica

L'età Moderna

Ridotta a merce di scambio usata dai re per premiare questo o quel feudatario, la Basilicata conobbe un ennesimo periodo di povertà.

La Chiesa lucana, invece, era tanto fiorente da diventare un importante committente per molti artisti. Nasce in questo periodo quel tesoro inestimabile di opere d'arte, ancora tutto da scoprire per il grande pubblico.

Alla fine del XVIII sec. le idee illuministiche avevano contagiato molti intellettuali lucani, pronti a sostenerle con le armi. L'occasione venne con l'arrivo dei Francesi a Napoli.

La rivolta divampò in tutto il mezzogiorno continentale e nacque la Repubblica Partenopea.

Ma i Francesi e gli intellettuali locali non seppero interpretare i bisogni del popolo e ne persero subito l'appoggio.

Pochi anni dopo i Francesi tornarono nel Sud ed in Basilicata per rimanervi dieci anni, durante i quali introdussero una legislazione moderna e l'abolizione del latifondo.

Ma la riforma non riuscì: i contadini erano poveri e dovettero limitarsi a prestare il loro nome ai ricchi massari che erano i soli ad avere il denaro per acquistare i terreni posti in vendita. Il latifondo non fu spezzato, ma cambiò solo padrone.

Approfondimenti:


Cerca nel sito