APT Basilicata

APT Basilicata

Basilicata turistica

Tessuti

Artigianato alquanto particolare quello dei tessuti, che, però, ha ugualmente avuto una sua presenza nella regione, anche se circoscritta a singoli paesi.

A Rionero in Vulture si ha notizia, nel 1800, di una produzione di cappelli di lana. Nel comune, fino al 1915, vi erano industrie che impastavano la lana facendola diventare un panno talmente compatto da essere impermeabile alle piogge. Ovviamente tali cappelli erano usati da pastori e contadini. La loro forma era a cupola tonda con le tese larghe e venivano acquistati anche dai contadini delle Puglie. Tale commercio è spiegato dal fatto che Rionero costituiva un passaggio obbligato per la transumanza delle mandrie dalle marine di Puglia alle alture della Basilicata.

Anche a Lagonegro, nel 1800, si produceva un cappello a punta smussata, a cono alto e di feltro durissimo, ma senza ornamenti di gala né nastri né fettucce. Questa attività artigianale si protrasse fino al 1895.


Cerca nel sito

I prodotti made in Basilicata