APT Basilicata

APT Basilicata

Basilicata turistica

Matera and its Hill - The Calanchi

Info
Associazione Pro Loco di Aliano
Via Roma
Tel. 0835 568074
E-mail: dilengepietro@tiscali.it

The ‘calanchi’ characterise the rough landscape of south-eastern Basilicata, surrounded by the Sauro, the Agri and the Basento valleys. In this part of the region, it is possible to notice parallel or fan-shaped furrows, created by surface water erosion on clayey slopes, called ‘calanchi’ and perfectly described in Christ stopped at Eboli by Carlo Levi.

The land in this area is bare and rich in white clay, steep and characterised by precipices and valleys excavated by water erosion. A regional park is being established to protect and preserve the natural and landscape characteristics of the area.

 


Riserva Regionale dei Calanchi di Montalbano

Info

Centro di Educazione Ambientale "I Calanchi" di Legambiente
Via Roma, 63
75023 Montalbano Jonico (MT)
Tel. 339 4082761 - 328 6223129
E-mail : ceaicalanchi@gmail.com
Sito web: http://www.ceaicalanchi.com/la-riserva-dei-calanchi/

Per la particolarità geologica e l’alta valenza scientifica dei Calanchi di Montalbano, la Regione Basilicata ha inteso tutelare quest’importante area naturale, vero museo a cielo aperto ricchissimo di fossili, istituendo con L.R. 3/2011 la “Riserva regionale dei Calanchi di Montalbano Jonico”. Ma quest’area calanchiva – unica al mondo per gli aspetti geologici e paleontologici – è anche di particolare pregio paesaggistico, ambientale, archeologico e culturale.

Le profonde incisioni dei calanchi che degradano fino ai campi coltivati, contornati da boschetti di macchia mediterranea, pini e cipressi, disegnano paesaggi di grande suggestione. Il particolare ambiente dei calanchi ha selezionano una vegetazione tipica che si è adattata alle difficili condizioni climatiche e pedologiche. La flora, quindi, è più ricca e complessa di quanto non sia comunemente ritenuto e comprende autentiche rarità botaniche, tutelate dall’Unione europea. Anche la fauna è più ricca di quando il brullo paesaggio possa far ritenere. Molte specie animali, infatti, popolano la Riserva, che resta collegata attraverso piccoli corsi d’acqua (veri “corridoi vegetazionali”) ai fiumi Agri e Cavone.

Una visita alla Riserva ed all’adiacente Centro storico di Montalbano, pertanto, offre esperienze uniche, variegate e di grande suggestione. Vari sentieri e piste attraversano la Riserva dei Calanchi di Montalbano. Particolarmente interessanti sono alcune mulattiere (le storiche appiett’), censite nella rete nazionale di “Sentiero Italia”, che da tempi remoti collegano il Centro storico ai terreni irrigui della Val d’Agri (i così detti Giardini) o si innescano sulle antiche vie della transumanza, già usate dai Greci e dai Romani.