I dialetti Galloitalici della Basilicata


Vai ai contenuti

Menu principale:


Il Galloitalico lucano pronto per viaggiare su Internet

Studiare > Rassegna stampa

Riunione organizzativa per la realizzazione di un sito Internet

Ha avuto luogo presso l’APT Basilicata una riunione organizzativa per la realizzazione di un sito Internet dedicato ai dialetti galloitalici della Basilicata.
Amministratori e pro-loco dei centri galloitalici lucani (Potenza rappresentata dall’Assessore Campagna, Picerno dall’Assessore D. Manfreda, Pignola dal V. Sindaco G. Ferretti, Tito dall’Assesore P. Scavone, Trecchina dall’Assessore Cozzi e Vaglio di Basilicata.), presenti l’Amministratore Unico APT, Mario Trufelli, il Direttore Iso De Bonis e Tonino Cuccaro, hanno discusso sull’opportunità di promuovere l’allestimento di un sito web sul dialetto di un’ampia area del potentino e dell’entroterra del golfo di Policastro.
Trufelli, soddisfatto per come hanno risposto all’invito le istituzioni convocate, ha sottolineato l’affinità linguistica dei centri galloitalici lucani con le comunità di provenienza del nord Italia(Monferrato, entroterra ligure) su cui far leva per stabilire forme di contatto ricorrenti per uno scambio e un confronto di natura culturale, storico, etnico-tradizionale, con inevitabili sviluppi per la conoscenza del territorio con le sue peculiarità.
T. Cuccaro ha illustrato l’attività divulgativa in materia galloitalica, intrapresa con la importante collaborazione dell’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale e delle testate giornalistiche lucane che hanno offerto adeguato spazio agli interventi. Divulgazione che ha per obiettivo principale quello di offrire alle comunità locali, che ancora oggi parlano questa forma dialettale, frutto di una fusione tra il galloitalico di provenienza settentrionale e i dialetti lucani, l’opportunità di conoscere ed approfondire le proprie ragioni storiche e linguistiche. Finalità non trascurabile è quella di dare il giusto risalto all’opera di studiosi ed esperti linguisti e dialettologi (G. Rohlfs, H. Lausberg, E. Radtke, A. Varvaro, M.T. Greco, G. Mennonna, V. Ferretti, L. Orrico, etc.). Quindi l’esigenza di avvicinare, sempre più numerosi, i giovani studiosi della materia ad indagare ed approfondire questo argomento, lanciando un ponte ideale tra le comunità galloitaliche lucane, siciliane e del nord. L’azione divulgativa, ha proseguito Cuccaro, trova oggi il naturale sviluppo nell’implementazione di un sito web in grado di proporre documenti, studi, dizionari on -line,immagini e interventi riguardanti comunità e territori galloitalici, con la forza di penetrazione caratteristica di internet.
De Bonis ha definito l’impegno delle amministrazioni coinvolte un investimento per la promozione del territorio interessato. Ha, quindi, assicurato la disponibilità dell’APT con la propria struttura informatica e amministrativa per coordinare le fasi di realizzazione del progetto, senza trascurare il coinvolgimento di tutte le forze attive presenti ed operanti (Ateneo Lucano, Associazioni culturali, etc.).
I rappresentanti delle amministrazioni locali, nel condividere le motivazioni e le finalità che animano il progetto hanno concordato un protocollo d’intesa con l’APT, da sottoscrivere a breve termine, per dare il via alla fase esecutiva del progetto, il cui onere iniziale sarà a carico dei comuni e dell’APT Basilicata. Hanno assicurato il coinvolgimento dei soggetti esistenti sul proprio territorio in grado di fornire un apporto decisivo alla ricerca in loco.
Le pro-loco, da parte loro, garantiranno il proprio coinvolgimento, unitamente alle associazioni culturali locali per la migliore riuscita del progetto.
Un comitato scientifico-organizzativo composto da esperti in materia come Maria Teresa Greco, Edgar Radtke ed altri, oltre a mettere a disposizione i propri studi in materia, assicurerà la selezione e la scelta delle informazioni e della documentazione da implementare sul sito web.
La posa della prima pietra è avvenuta. Si attende di passare alla fase che darà corpo e visibilità al progetto.

Home Page | I Comuni | Dire | Fare | Vedere | Studiare | Contattaci | Segnalazioni | I link | Mappa del sito


I dialetti dei Comuni Galloitalici della Basilicata | info@galloitalico.it

Torna ai contenuti | Torna al menu