I dialetti Galloitalici della Basilicata


Vai ai contenuti

Menu principale:


Io, il mio paese

Dire > Poesie > Pignola

di Vincenzo Ferretti - Inedita

Fanciullo
ho rincorso sudato
i briganti,
tra le cuntane pietrose,
arrampicandomi, tra le case mute,
fino alla chiesa.

Ho sognato
lunghe file d’asini
dalle gerle ricche d’uva,
ho smarrito la mia anima
nell’odore pungente di tini colmi.

Ho sunto
l’antico cunto
nel chiacchiericcio operoso
di donne, leste di mano e di lingua,
a filare la lana
sull’uscio assolato.

Muto ho passeggiato,
col vento delle serate d’autunno,
tra i platani scossi, fruscianti,
in un irreale dialogo.

Riposerò,
ai piedi dei cipressi,
tra la mia gente,
addormentato dal silenzio pietoso.

Home Page | I Comuni | Dire | Fare | Vedere | Studiare | Contattaci | Segnalazioni | I link | Mappa del sito


Menu di sezione:


I dialetti dei Comuni Galloitalici della Basilicata | info@galloitalico.it

Torna ai contenuti | Torna al menu