I dialetti Galloitalici della Basilicata


Vai ai contenuti

Menu principale:


Lettera L

Studiare > Dizionari > Potenza - "Glossario a dengua putenzese"

Raccolta di voci in vernacolo tratte da scritti di autori potentini a cura di Vincenzo Perretti e con la collaborazione di Enzo Matassini.

lÓana, s. f., lagana, pasta sfoglia tagliata in strisce larghe (rr). I fregi militari sulle maniche era detti, nel linguaggio popolare: laene (am). Agnomi di famiglie sono: La laena, La lagana e Laganedda
laanamodd’, agg., detto di persona flaccida, inconcludente
laanat¨re, s. m., matterello per spianare la pasta
laccett’, s. m., collanina
lÓgreme, s. f., lacrima
lambione, s. m., lampione
lÓmia, s. f., soffitto a volta
lapazze, s. m., lapazio, una qualitÓ di erba che trovasi lungo i corsi d’acqua, detta Petasites officinalis; ha proprietÓ emollienti come la malva
lapps, s. m., matita
lastre, s. f., lastra, vetro, radiografia; li llastre de li fenestr’, i vetri delle finestre
latre, s. m., ladro
lattare, s. m., lattaio
lattuca, s. f., lattuga nelle sue varietÓ, dette: lattuca, romana e ‘ncappucciata
laurÓ, vb., lodare (rr)
lavative, s. m., lassativo (rr). Da Danzi, in senso fig.: si lu codd rresta tort, lavative n’amm’avŔ, se il collo resta storto, guai ne dobbiamo avere. Pi¨ tardi assume il significato di ‘lavativo’ ovvero scansafatica
lÓvera, s. f., laurea; aveze la lavera de mieree, ottenne la laurea in medicina
lÓvere, s. m., lauro, alloro
lea, s. f., lega; la lea de lisuggialiste, la lega dei socialisti(am)
leante, agg., legatore; la paranza dei mietitori era composta da nu leant’ e quatt’ favici, ossia un legatore e quattro falciatori (rr)
leccucce, s. m., leccuccio, ghiottone (rr); ivi, anche: liccuccedd’ e luccucc
leccuzia, s. f., leccornia
lecinziÓ, vb., esporre, dichiarare; si vun¨ a licinziÓ ca te ne vu˛ gý, sei venuto a dirmi che te ne vuoi andare via (am)
legge, vb., leggere (rr)
leggia, s. f., legge; vý sta leggia quante vale, vedi quanto Ŕ valida questa legge (vv)
leggittime, agg., legittimo; detto di persona sobria, e quindi non avvinazzata. Erano detti ligittimi le guardie civiche e, per dileggio, anche cicÓri, ovvero cecati (rr)
lÚmete, v. dimete
lemunÚa, s. f., limonata
lenz’, v. denza
letecÓ, vb., litigare; scritto anche‘liteÓ
letecara, s. f., litigio
lÚttra, s. f., lettera; dim.: lettrescedda
lezza, s. f., rete; e n’ ammda fa menÓ la lezza da tutt li frastiere, e ci dobbiamo far prendere nella rete da tutti i forestieri (am)
libbretta, s. f., piccolo quaderno familiare su cui il bottegaio segnava la contabilitÓ della merce venduta a credito, annotando gli stessi dati sul suo registro
licce, s. f., golositÓ, piacere; un modo di dire: pel licc e pel lusso si Ŕ perduto la canna e lu tiniere, per l’aviditÓ ed il lusso, si sono persi la canna ed il calcio (del fucile), ossia tutto (rr). Verrastro scrive: licche per ghiottoneria
lýcute, agg., piacevole. Nel contesto della frase qui riportata, l’agg. sta per: sereno, sgombro; e mangh male ca d’aria era lýcuta, si no stasciemm fresche int li ffrasche. Putenz sarria stÓ il sicond’ ngendie de troia, meno male che l’aria era serena, se no stavamo freschi. Potenza sarebbe stato il secondo incendio di Troia (am)
line, s. m., lino. v. denaccia e denenose
lisc’, s. m., schiaffo
lita, s. f., lite
locch,avv., piano; lu ciucce locche v’Ó a lu passe, l’asino lento va al passo; locch locch, piano piano (am)
locche, agg., sciocco, incantato come un allocco
lore, pl. f., lodi; se cantavene li lore de Maria, si cantavano le lodi della Madonna (vv)
lore, pron. pers., loro
lu, art. det., il, lo; al f.: la, al pl. m. e f.: li
lu, pron. pers., gli.; lu ‘mbriache nunn’ vole, tutt’ lu dann’ a beve, l’ubriaco non ne vuole, tutti gli danno da bere (ma)
lubýna, s. f., qualitÓ di uva bianca potentina (rr)
lucanna, s. f., locanda (rd)
l¨crie, s. m., reddito, lucro (am)
luggione, s m., loggione. v. picciunaia

Home Page | I Comuni | Dire | Fare | Vedere | Studiare | Contattaci | Segnalazioni | I link | Mappa del sito


I dialetti dei Comuni Galloitalici della Basilicata | info@galloitalico.it

Torna ai contenuti | Torna al menu