I dialetti Galloitalici della Basilicata


Vai ai contenuti

Menu principale:


L'ombrello

Dire > Poesie > Potenza

Concorso LA CUNTANA 2005

Galloitalico

U’MBRELL

M’aggia accattà nu ‘mbrell’,
nu ‘mbrell’ special’
anna esse nu ‘mbrell’ trasparent’
ca m’anna fa v’rè sèmb’ lu sol’

M’aggia mett’ sott’ quann’ la gent’,
quedda cattiva,
comincia a fatià cu queddi sistèm’
ca fann’ màl’

M’aggia mett’ sott’ quann’ vegg’
chi se venn’ p’ sold’ l’amicizia

M’aggia mett’ sott’ quann’ vegg’
chi nun ten’ r’spett’ p’ la’ gent’
e fa lu fàvez’ cu tutt’ quant’

M’aggia mett’ sott’ quann vegg
quedd ca tènen i solde
e se crer’ n’ megl’ d datii

M’aggia mett’ sott’ pur’ quann’
Teng’ bisogn’ d’aiut’
e nisciun’ se n’accorg’

P’ quest’ anna ess nu ‘mbrell’ resistent’,
m’anna durà p’ tutta la vita,
me l’aggia purtà sèmb’ apprèss’
nun z’ po’ mai savè
me po’ serv’ tutt’ li giorn’

Ma chi stagg’ dicenn’!
Io st’umbrell’ già l’u tiegn’ . . .
Edd’ è la famiglia mia!

Traduzione

L’OMBRELLO

Devo comprare un ombrello,
un ombrello speciale
deve essere un ombrello trasparente
che mi deve far vedere sempre il sole

Devo ripararmi quando la gente,
quella cattiva,
comincia a lavorare con quei sistemi
che fanno male

Devo ripararmi quando vedo
chi vende per soldi l’amicizia

Devo ripararmi quando vedo
chi non ha rispetto per la gente
ed è falso con tutti

Devo ripararmi quando vedo
quelli che hanno i soldi e pensano
di essere meglio degli altri

Devo ripararmi anche quando
ho bisogno di aiuto
e nessuno se ne accorge

Per questo deve essere un ombrello
resistente, mi deve durare tutta la vita,
devo portarlo sempre con me
non si può mai sapere
mi può servire tutti i giorni

Ma che sto dicendo!
Io questo ombrello già ce l’ ho ...
Esso è la famiglia mia!

Home Page | I Comuni | Dire | Fare | Vedere | Studiare | Contattaci | Segnalazioni | I link | Mappa del sito


I dialetti dei Comuni Galloitalici della Basilicata | info@galloitalico.it

Torna ai contenuti | Torna al menu