I dialetti Galloitalici della Basilicata


Vai ai contenuti

Menu principale:


Presentazione

Studiare > Dizionari > Potenza - "Glossario a dengua putenzese"

Raccolta di voci in vernacolo tratte da scritti di autori potentini a cura di Vincenzo Perretti e con la collaborazione di Enzo Matassini.

Il dialetto, generalmente considerato fratello povero della lingua nazionale, per lo più reietto ed emarginato, raramente sale agli onori della cronaca. Per fortuna ogni tanto si prende qualche rivincita, diventando protagonista di iniziative particolari, come questa raccolta di voci in vernacolo tratte da scritti di autori potentini. In questo libro il dialetto trionfa, catturando l’attenzione e spaziando tra localismi, identità e radici. E’ in queste occasioni che ci si interroga su quanti siano i dialettofoni, e su quanti giovani parlino o almeno capiscano il loro dialetto. Troppo pochi. La grande maggioranza parla e scrive italiano. Credo invece che, con gli opportuni input, i giovani debbano entrare in contatto col dialetto, che, oltretutto, veicola un ricchissimo patrimonio socio-culturale di cui si vanno velocemente perdendo le tracce. Con un simile approccio, il vantaggio sarebbe duplice, perché le parlate si rinforzerebbero, e i giovani, oltre ad attingere a “nuove” risorse linguistiche, troverebbero consapevolezza della loro identità in quest’epoca di deriva totale. E la raccolta di Perretti condensa tutta una serie di notizie e di informazioni di storia locale atta a far maggiormente conoscere ed amare dai suoi figli, residenti e sparsi nel mondo, la nostra terra e a far capire le ragioni e le caratteristiche del proprio presente ricostruendo la serie delle trasformazioni passate che ci hanno portati a essere ciò che siamo: non si comprende a pieno il presente senza confrontarlo col passato. Nel filone della migliore tradizione vernacolista si colloca dunque la raccolta di voci dialettali di Vincenzo Perretti. Autore fecondissimo, dalla vena facile e spontanea, appartiene a quel genere di scrittori che sanno validamente trasformare, in un piacevolissimo colorismo, concentrazioni scaturite da serenità e silenzio. L’autore di queste pagine è un personaggio, non tanto perché non ha mai perseguito uno scopo specifico per diventarlo, quanto, invece, perché ha saputo conciliare con intelligenza la propria attività con le sue attitudini nascoste. Mentre lo leggiamo, la voce riecheggia, quasi da lontano, quel dialetto così familiare, così sonoro, così vicino. Un insieme di ricordi, un’apertura di immagini, a volte un pò scolorite, un incalzare di uomini e cose si affollano nella nostra memoria. Questa raccolta è capace di suscitare, nella sua sonorità verbale, un processo di commozioni vere che ci inducono a tornare ad essere uomini, a capirci meglio in una vita che, in fondo, è tanto semplice.

Il Sindaco Prof. Gaetano Fierro

Home Page | I Comuni | Dire | Fare | Vedere | Studiare | Contattaci | Segnalazioni | I link | Mappa del sito


I dialetti dei Comuni Galloitalici della Basilicata | info@galloitalico.it

Torna ai contenuti | Torna al menu