I dialetti Galloitalici della Basilicata


Vai ai contenuti

Menu principale:


SONETTO - Sova a la morte de Borges

Dire > Poesie > Potenza

Nella poesia Danzi esprime il sentimento popolare: un misto di paura troppo a lungo repressa e di rabbia per le azioni brigantesche; un senso di liberazione dopo la notizia della fucilazione di Borjes; un sentimento di pietà per un uomo venuto da lontano che aveva creduto in una causa che era "tutto un sogno". Come sempre gli accostamenti fra le fasi della vita e della morte sono collegate alle azioni che il popolo fa continuamente.

Galloitalico

SOVA A LA MORTE DE BORGES

De profunn è morto Borcia,
Lu diavolo mo lu scorcia,
Anema, e corpo.

Era tanto nu generalone !
Ma da inta a lu feddone,
Non già da fuora.

Cu lu fatto mo s' è visto
Ca veneze a fa l' acquisto,
E s' è scaare.

Dascè l' attacco a Pietraadd,
Gné fascé la coscha lu vadd,
Ancuora fugge.

Dess, quann mmenzo a lu piett,
Se senteze nu cunpiett:
Viva l'Italia!

Fascia tanto lu valoroso,
Ggne fascenn nu pertuso,
E s' ingagnaze.

Venna apposta da la Spagna
P' accattarse la papagna,
E s' addormeze.

Dopp fatt l'attacco a Mosca
Se pigliàz paglia e iosca,
Se n' annegghiava.

Ma lu tempo nu l' ave avutto,
Gne salarono lu presutto,
E mo se cura.

Quann sente la Reggina,
ch' è venù rossa la farina,
Arronchia lu muss.

Vulia serve a nu regnante,
Ma è morto da breante,
Annuratamente.

Quann mai nu breante
Ha mise a lu trono nu regnante
E stà nu sonne!

Coraggioso, ome forte,
Cumbattia dopp morte,
Ma cu li zappele.

Viva la Spagna, viva Buorio
E' venù a dascià lu cuorio,
Salute a noi.

Traduzione

INTORNO ALLA MORTE DI BORJES

Sia pace è morto Borjes,
il diavolo adesso lo sta scorticando,
nell'anima, e nel corpo.

Era tanto un gran generale !
Ma da dentro la tana,
Non usciva mai fuori.

Con i fatti adesso si è visto
che venne per fare l'acquisto,
E si fece sotto.

Diede l'attacco a Pietragalla,
gli fece una scorréggia il gallo,
ancora sta scappando.

Disse, quando in mezzo al petto,
sentì arrivare una pallottola,
Viva l' Italia !

Faceva tanto il valoroso,
gli fecero un buco,
e si inacidì.

Venne di proposito dalla Spagna
per comprarsi il sonnifero,
e si addormentò.

Dopo che fece l'attacco a Mosca
si prese paglia e crusca,
se ne scappava.

Ma il tempo non lo ha avuto,
gli hanno salato il prosciutto,
e adesso se lo sta curando.

Quando sentirà la Regina,
che la farina è venuta rossa,
storcerà la bocca.

Voleva servire un regnante,
ma è morto da brigante,
onoratamente.

E poi, quando mai un brigante
ha messo sul trono un regnante
è stato tutto un sogno !

Coraggioso, uomo forte,
combatteva dopo morto,
ma con i piedi.

Viva la Spagna, viva Borjes
è venuto e ci ha rimesso la pelle,
salute a noi.

Potenza, senza data

Home Page | I Comuni | Dire | Fare | Vedere | Studiare | Contattaci | Segnalazioni | I link | Mappa del sito


I dialetti dei Comuni Galloitalici della Basilicata | info@galloitalico.it

Torna ai contenuti | Torna al menu