I dialetti Galloitalici della Basilicata


Vai ai contenuti

Menu principale:


Introduzione

Dire > Racconti > Potenza - "Amm fatt ngazzà pur a San Gerardo"

Antologia di scritti in dialetto potentino di Salvatore Pica a cura di Vincenzo Perretti

La famiglia Pica è nota almeno da quattro secoli a Potenza e quindi si può dire che è autenticamente putenzese. Si ricordano di questa famiglia, per via materna Caterina Pica, madre del Beato Bonaventura da Potenza; più tardi, nell’ 800 una stirpe di celebri scarpellini, e poi capaci professionisti come il dott. Giovanni, Medico Provinciale che curò diversi studi sui problemi della sanità in Basilicata nei primi anni del ‘900.

Salvatore Pica (Potenza 1915-1990) è nato nel cuore della città, alla cuntana di Taddone, dove la famiglia si era trasferita da due secoli, lasciando la piccola dimora ove aveva vissuto il Beato, nel vicolo che oggi porta il suo nome; pertanto, Salvatore ha vissuto quindi gli anni giovanili nella più autentica quotidianità delle famiglie -tutte putenzesi e popolane- che vivevano in quel rione, e di tali esperienze ha reso testimonianze nitide ed avvincenti.

Negli anni successivi, allorquando la famiglia passò a vivere in Piazza Crispi, lu giuvinotto dai giochi infantili passò allo sport, con impegno ed entusiasmo; passata anche la fase giovanile, ebbe una vita sempre operosa: oltre all’impiego nell’Ufficio Tecnico Erariale, la cura della famiglia, la campagna di guerra per tre anni, Totore Pica rimase sempre un appassionato dello sport, praticando le diverse attività di giudice, cronometrista, dirigente, Presidente… ed altro ancora.

Un ‘malato dello sport’ si usava definirlo, ma soprattutto persona stimata per le sue capacità organizzative, per la sua disponibilità verso chiunque, e soprattutto ricordato per la sua coerenza ed onestà.

Radicato alle tradizioni della sua terra, ha voluto trasmettere, a modo suo, una testimonianza di fatti, avvenimenti e personaggi, in memoria degli antenati.

Home Page | I Comuni | Dire | Fare | Vedere | Studiare | Contattaci | Segnalazioni | I link | Mappa del sito


I dialetti dei Comuni Galloitalici della Basilicata | [email protected]

Torna ai contenuti | Torna al menu